COMUNICATI STAMPA MODENA

MODENA

Prestiti di conduzione in de minimis, domande entro il 30 aprile

È scattato il bando 2019 relativo agli interventi in regime “de minimis” a sostegno dei produttori della nostra regione, finalizzato a ridurre il costo del denaro.Le domande vanno presentate entro il 30 aprile 2019 all’organismo di garanzia di appartenenza, utilizzano il modulo scaricabile dai siti internet dei consorzi fidi.
I prestiti di conduzione che possono beneficiare dell’agevolazione regionale per l’aiuto in “de minimis” possono avere una durata massima di 12 mesi e l’abbattimento del tasso di interesse sui prestiti di conduzione è fissato nella misura massima di: 1.50 punti per le imprese condotte da giovani; 1.50 punti per le imprese ricadenti in zona svantaggiata; 1.30 per tutte le altre imprese del territorio regionale.

L’importo massimo del prestito ammissibile per ogni singola impresa su cui calcolare il concorso d’interesse è di 150.000 euro, quello minimo è di 6.000 euro.
Le imprese beneficiarie dovranno essere in regola con i versamenti contributivi, previdenziali ed assistenziali, che verranno verificati prima della concessione dell’aiuto, direttamente dagli organismi di garanzia, attraverso la verifica del Durc.

Le garanzie proposte da Agrifidi

Di seguito pubblichiamo le proposte di Agrifidi di Modena, Ferrara e Reggio Emilia
Garanzia Confidi: standard pari al 20%. La garanzia può essere ridotta al 10% con conseguente diminuzione dei costi di garanzia, nel caso in cui le banche convenzionate siano disponibili a concedere il finanziamento con garanzia limitata al 10%.
Commissione Confidi: Commissione di segreteria di euro 30,00 fisse;
Commissione di garanzia così dettagliata: con garanzia 20% a prima richiesta 1,20% dell’importo erogato; con garanzia 20% sussidiaria 0,80% dell’importo erogato. In caso di garanzia ridotta al 10%, le commissioni di garanzia di cui sopra vengono dimezzate.
Avranno priorità al contributo (in ordine di accesso) le imprese condotte da giovani, imprese in zone svantaggiate, imprese in altre zone. Poiché uno dei criteri di priorità per ottenere il contributo è quello cronologico, occorre presentare tempestivamente la domanda completa.
La domanda di contributo e di garanzia completa degli allegati previsti deve essere presentata entro 30/4/2019 al confidi via posta elettronica certificata (Pec) sull’apposito modulo all’indirizzo agrifidimodenareggioferrara@legalmail.it e alla banca finanziatrice.
La modulistica è disponibile su richiesta all’indirizzo info@agrifidimorefe.it o presso le Associazioni di categoria.

Modulistica

Domanda di contributo e di garanzia con i seguenti allegati:
– Scheda aziendale riportante colture ed allevamenti praticati nonché il prestito richiesto (inserito all’interno della domanda)
– Fideiussione dell’impresa socia a favore di Agrifidi MoReFe compilata e sottoscritta (inserita all’interno della domanda)
– Contratto sottoscritto fra azienda richiedente e Agrifidi Modena Reggio Ferrara (inserito all’interno della domanda)
– Modulo antiriciclaggio dalla Banca (documento a parte sottoscritto da banca e impresa)
– Copia del documento d’identità valido del richiedente
– Copia contabile versamento commissioni di segreteria euro 30,00 sugli Iban riportati di seguito: Modena IT 90 T 02008 12930 000041031603, Reggio Emilia IT 73 N 08509 12800 027010021330, Ferrara IT 54 W 05387 13004 000000037078.
– Visura camerale non oltre 6 mesi (in pdf)
– Anagrafe regionale aggiornata e validata (in pdf)
– Ultima dichiarazione Iva (in pdf). N.B. Nel caso in cui l’ultima dichiarazione Iva non sia rappresentativa della situazione aziendale allegare in aggiunta all’ultima dichiarazione una dichiarazione dell’ultimo triennio. Nel caso in cui dalla dichiarazione Iva non si evidenzi l’equilibrio economico aziendale allegare documentazione relativa ad eventuali contributi Pac, rimborsi assicurativi o fatture di acquisto di beni strumentali relativi all’anno.

Procedura

La domanda deve essere trasmessa al confidi via Pec all’indirizzo agrifidimodenareggioferrara@legalmail.it e alla Banca finanziatrice che invia al confidi il modulo antiriciclaggio, istruisce la pratica ed invia la delibera di approvazione al confidi.
Trattandosi di operatività a bando, sono sottoposte al parere del Comitato tecnico ed alla delibera del Consiglio di Amministrazione tutte le domande complete ricevute, anche se sprovviste di delibera bancaria. Il Consiglio di Amministrazione delibera l’ammissibilità alla garanzia e comunica all’azienda ed alla banca interessata l’avvenuta delibera da parte del confidi con richiesta di procedere all’invio della delibera bancaria.
La banca invia la delibera bancaria al confidi che trasmette alla banca la garanzia ai fini dell’erogazione del finanziamento.
A pena di decadenza della domanda, il confidi deve ricevere la delibera bancaria entro 6 mesi dalla presentazione della domanda stessa. Successivamente la banca, salvo proroga da parte del confidi, procede all’erogazione del finanziamento entro 3 mesi dal rilascio della garanzia.
Il confidi liquida l’abbattimento tassi, in base ai requisiti ed alle risorse disponibili previste dalla Delibera di Giunta della Regione Emilia Romagna n. 184 del 4/2/2019.

Cia-Agricoltori Italiani di Modena segnala che offre un servizio di consulenza dedicato per supportare le imprese associate nell’accesso al credito. Per informazioni: tel. 059-827620 mail m.quattrini@cia.it (Manuel Quattrini, responsabile del credito Cia Modena e Bologna)

 

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: