COMUNICATI STAMPA REGGIO EMILIA

REGGIO EMILIA

Il post-it del presidente: prevenire le crisi in agricoltura

L’emergenza del latte ovicaprino insegna che in agricoltura le crisi devono essere sempre prevenute. I pastori sardi sono imprenditori, non hanno bisogno di assistenzialismo o sussidi una tantum. ma di relazioni di filiera. Positivi i Tavoli avviati al ministero, ma occorre un nuovo approccio sistemico che promuova l’incontro fra le esigenze di domanda e offerta, evitando le speculazioni nei confronti degli operatori a monte delta filiera, con la costante cabina di regia delle istituzioni. L’intervento -come ho scritto nella lettera pubblicata su Il Foglio- deve configurarsi come un disegno progettuale, non la mera risoluzione burocratica dall’alto come fu per l’etichettatura, mai tradottasi in un aumento dei prezzi di grano duro e riso. Per valorizzare il made in Italy serve controllo su tutto il processo di filiera. Contro le crisi è indispensabile la diversificazione dei canali commerciali e l’innovazione, implementando le strategie di marketing. Gli accordi commerciali internazionali sono indispensabili e proteggono anche i soggetti più deboli, a dispetto della pubblicistica che privilegia la visione di un mondo rurale idilliaco a “km zero”. A un anno dell’entrata in vigore del Ceta, l’accordo di libero scambio tra l’Ue e il Canada, i dati della Commissione europea indicano per il settore agricolo un aumento rilevante dell’export.

crisi

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: