NOTIZIE IN PRIMO PIANO REGGIO EMILIA

REGGIO EMILIA

06/07/17 – ANCORA SU RETI ROTOBALLE

 

Gestione reti rotoballe area IREN

MANCA ANCORA L’AUTORIZZAZIONE DI ARPAE PER FAR SÌ CHE LA DISCARICA DI NOVELLARA POSSA ACCOGLIERE RETI PER ROTOBALLE E TELI PLASTICI!

Il fermo nei primi sei mesi dell’anno della raccolta delle reti per rotoballa e teli di pacciamatura nei comuni reggiani serviti da Iren, ha provocato l’accumulo di questi rifiuti plastici presso le aziende agricole, specialmente quelle a vocazione zootecnica. La temporanea sospensione del servizio si era resa necessaria per via dei ripetuti blocchi dei macchinari, causati dalle particolari lavorazioni richieste da questo materiale.

Dal 29 maggio 2017 le reti per rotoballe si possono consegnare, ma devono essere inserite in sacchi plastici a perdere (Comuni area IREN)
I sacchi dovranno garantire la necessaria robustezza e avere le dimensioni non superiori ai 135 x 80 cm (cosiddetti sacchi neri condominiali).
Non utilizzare sacchi oltre queste misure poiché gli impianti non sono in grado di lavorarli!
L’acquisto dei sacchi a perdere è a carico dell’azienda agricola, i sacchi si possono trovare in qualunque supermercato o negozio di ferramenta.
Le modalità di raccolta da parte di Iren S.p.A., purché le reti siano insaccate, non sono cambiate:
• con il “porta a porta” direttamente in azienda con un camion dotato di ragno;
• con la consegna  gratuita da parte dell’agricoltore al centro di compattazione Iren in via dei Gonzaga 45 di Reggio Emilia, tutti i giovedì dalle ore 8-13 e dalle 14-16. Come in passato per il conferimento a cura dell’agricoltore sono richiesti la prenotazione telefonica al numero verde 800.212607 e il formulario identificazione rifiuti (FIR).
In considerazioni delle caratteristiche dei soli teli plastici, anch’essi raccolti con il codice CER 020104, questi potranno essere anche non insaccati, purché arrotolati e legati in matasse delle dimensioni di circa 135 x 80 cm.

Per sanare il pregresso, ovvero i cumuli di reti non insaccate:
S.A.Ba.R., la ex municipalizzata che cura la raccolta dei rifiuti per gli otto comuni della Bassa reggiana, si è resa disponibile ad accogliere le reti plastiche ancora sfuse prodotte in area Iren, nella sua discarica di  Novellara. Per iniziare la raccolta di questo particolare rifiuto speciale, S.A.Ba.R. è in attesa delle necessarie autorizzazioni da parte di ARPAE. L’iter autorizzativo che, secondo le migliori aspettative, avrebbe dovuto concludersi a fine maggio, a tutt’oggi è ancora in essere. Una volta avuto il nulla osta di ARPAE per l’uso della discarica di Novellara, le aziende agricole che hanno la necessità di smaltire voluminosi quantitativi di plastica sfusa, potranno programmare con Iren un’unica e definitiva raccolta, sanando così le situazioni che si sono create in passato.

Quindi, ricapitolando:

– d’ora in poi le aziende agricole in area IREN, dovranno insaccare  le reti per rotoballa,
– si possono consegnare già da ora le reti con le solite modalità, solo ed esclusivamente se sono inserite in sacchi.
– Per lo smaltimento dei cumuli di reti eventualmente presenti in azienda non insaccati, gli agricoltori possono:
a) Insaccare tutto il materiale presente in azienda e chiamare IREN
b) Aspettare che riapra la discarica di SABAR (sarà cura della CIA informare tempestivamente tutti i soci della riapertura straordinaria).

Lorenzo Catellani

reti, rotoballe

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: