IMOLA

NOTIZIE IN PRIMO PIANO IMOLA

Gelate primaverili 2020: al via la richiesta di risarcimenti

Comunichiamo che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto MIPAAF che determina la delimitazione dei territori colpiti da danni da gelo nel periodo 24 marzo/3 aprile 2020. Il decreto dispone la possibilità per le aziende danneggiate di accedere agli interventi previsti dal Decreto Legislativo n. 102/2004.

Di seguito elenchiamo alcuni requisiti necessari

– rientrare nelle zone delimitate e aver subito danno alle seguenti colture: melo, pero, pesco, nettarina, albicocco, susino, ciliegio, actinidia;
– non aver assicurato queste colture per l’avversità Gelo/Brina;
– aver subito danni superiori al 30% della Produzione Lorda Vendibile aziendale del 2020 rispetto la PLV ordinaria del triennio precedente;
– iscrizione al registro delle imprese;
– iscrizione all’anagrafe regionale;

Per verificare l’ammissibilità della domanda chiediamo di inoltrare, anche via mail (imola@cia.it – oggetto: documenti danni da gelo –):

•             Documentazione che attesti la Produzione Lorda Vendibile (rese e prezzi) del 2020, come ad es.: documenti di trasporto, fatture dove siano indicati con chiarezza i quantitativi e il prezzo oppure riepilogo finale del peso e prezzo distinto per coltura. Questo è molto importante perché la compilazione della domanda sarà fatta su base dichiarativa laddove non esistano dati già consolidati.

Le domande vanno presentate inderogabilmente entro 45 giorni dalla pubblicazione del decreto ovvero entro venerdì 6 febbraio 2021.

Se ritenete di avere i requisiti indicati, siete pregati di contattare l’ufficio segreteria, nella persona di Elisabetta Gibertini, o inoltrare la documentazione a imola@cia.it entro e non oltre lunedì 25 gennaio 2021 alle ore 12,00.

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: