Calo produttivo, collasso delle piante e cambiamento climatico compromettono un comparto strategico per l’agricoltura modenese

pera Abate
Mercato delle pere in crisi, Notari (Cia Modena):” Gli agricoltori devono fare ‘cartello’ e superare campanilismi”
“Le aggregazioni vanno implementate se si vuole garantire un futuro commerciale ad una produzione tipica come la pera Abate

“Perché gli agricoltori non riescono a fare ‘cartello’? Praticamente tre province dell’Emilia Romagna, Modena, Ferrara e Bologna, producono la quasi totalità delle pere, ma l’aggregazione, quella commerciale, non decolla veramente”.

Continua a leggere

Prezzi delle pere non remunerativi e al di sotto dei costi di produzione

raccolta pere abate
Fini (presidente Cia-Agricoltori Italiani Emilia Romagna: “quotazioni basse, non remunerative e che non coprono i costi di produzione. Occorre investire sulla ricerca varietale e incentivare le aggregazioni per raggiungere mercati inesplorati e migliorare la penetrazione in quelli consolidati”

L’Italia produce il 35% dei quantitativi totali europei dove l’Emilia Romagna, nelle province di Ferrara, Modena e Bologna, raccoglie il 68 % dell’intera produzione

Continua a leggere

Pere: campagna commerciale 2017 nella media, bene le precoci

pera Abate

di Erika Angelini

FERRARA – Una campagna commerciale 2017-2018 altalenante che si è conclusa con prezzi stabili ma non esaltanti e una prima fase produttiva che vede un aumento delle pere precoci. Sono queste le prime considerazioni emerse dal tavolo di coordinamento tecnico dell’Oi (Organizzazione interprofessionale) Pera, che ha fatto il punto sull’andamento generale del comparto e della filiera.

“Nel complesso – spiega Albano Bergami, vicepresidente Oi Pera – ci aspettiamo un aumento delle varietà precoci – in particolare Santa Maria, molto apprezzata in Germania e nel Nord Europa – e una leggera diminuzione dell’Abate. A pesare sui cali qualche problema agronomico come la presenza di alternaria e naturalmente la diffusione della cimice asiatica. I livelli produttivi rientreranno, comunque, nella norma, se consideriamo che l’anno scorso c’era stato un +10% complessivo della produzione, trainato da un +15% dell’Abate”.

» leggi tutto

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat