PARMA

Sviluppo del turismo e vivibilità del bosco nei bandi del Gal del Ducato

PARMA E PIACENZA – Il Gal del Ducato sta portando avanti diversi progetti strategici per i territori dell’Appennino piacentino-parmense che riguardano tematiche prioritarie: la promozione turistica dell’Appennino nell’ottica dell’attuale area vasta Piacenza-Parma-Reggio Emilia (“Destinazione turistica Emilia”), la valorizzazione degli itinerari e sentieri, il superamento della parcellizzazione del bosco, la creazione di una filiera delle carni di selvaggina, la valorizzazione del bosco e dei suoi prodotti.Il Gruppo di azione locale promuove in particolare due bandi intitolati: “Investimenti in aziende agricole in approccio individuale” e “Creare nuove opportunità per vivere il bosco”, in scadenza il prossimo 27 settembre.

Nel primo caso, il bando persegue l’obiettivo del miglioramento delle prestazioni e della sostenibilità globale delle aziende agricole. Incentivare la sostenibilità dei processi produttivi da un punto di vista economico, ambientale e sociale, ma anche l’ammodernamento delle dotazioni strutturali e produttive delle aziende agricole per migliorare le performance ambientali, al fine di aumentare anche le opportunità occupazionali locali. Il sostegno è nella misura del 50% in caso di imprese condotte da giovani agricoltori e/o in zona con vincoli naturali o altri vincoli specifici o del 40% negli altri casi e in caso di investimenti finalizzati alla lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti aziendali. È possibile finanziare spese riguardanti: costruzione/ristrutturazione di immobili produttivi; miglioramenti fondiari; macchinari, attrezzature, piccoli manufatti a scopo produttivo (ivi compresi recinzioni e abbeveratoi) funzionali al processo di miglioramento aziendale; impianti lavorazione/trasformazione dei prodotti aziendali; investimenti funzionali alla vendita diretta delle produzioni aziendali; investimenti immateriali connessi alle precedenti voci di spesa quali onorari di professionisti/consulenti, entro il limite massimo del 10% delle stesse; investimenti immateriali quali: acquisizione/sviluppo programmi informatici, acquisizione di brevetti/licenze.

Per quanto riguarda il secondo bando, “vivere il bosco”, l’obiettivo è di sostenere progetti diretti alla fruizione multifunzionale e turistico-ricreativa del bosco. In altre parole, poter svolgere nel bosco attività ludiche, turistiche, sportive, educative e didattiche, diverse dalle tradizionali (caccia, raccolta funghi e prodotti del sottobosco), così da avere nuove occasioni di integrazione del reddito per le popolazioni residenti. Possono presentare domanda imprese (persone, capitale, cooperative e consortili), aziende agricole con attività extra-agricola (agriturismi, fattoria didattica, ecc.) e i consorzi di micro e piccole imprese; le organizzazioni dei beni comuni: proprietà collettive, comunalie e comunelli.
Il sostegno è nella misura del 40% e le spese ammissibili riguardano: la realizzazione di percorsi, sentieri, circuiti e itinerari turistico-ricreativi attrezzati e piccole infrastrutture di servizio; l’acquisto e installazione di attrezzature, segnaletica e cartellonistica; le opere murarie e impiantistiche necessarie per adeguamento/miglioramento dei centri ricreativi, accoglienza e ristori (includendo anche le spese per autosufficienza energetica); spese per studi di fattibilità (max 10%); spese di progettazione (max 10% delle opere edili e impiantistiche); la progettazione e realizzazione di materiale informativo, di campagne promozionali e di comunicazione; le azioni di sensibilizzazione ed educazione; la realizzazione di siti web (nuovi), app e altri strumenti ITC per monitorare accessi e frequentazione di boschi; gli eventi finalizzati alla promozione e fruizione del bosco.

Le domande vanno presentate entro il 27 settembre; è possibile scaricare i bandi sul sito http://galdelducato.it/bandi/

bandi, bosco, Gal,, parma, Piacenza

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: