Ristorazione: le nuove regole valide anche per gli agriturismi

Con le misure adottate dai Dpcm 24 ottobre e 3 novembre 2020, per le attività della ristorazione e ricettive sono in vigore le seguenti prescrizioni:

ATTIVITA’ DI RISTORAZIONE

  • il consumo al tavolo è consentito dalle ore 5.00 fino alle 18.00 tutti i giorni incluso domenica e festivi, con un massimo di 4 persone per tavolo se non conviventiNel caso siano tutti conviventi, non sono previsti particolari limiti.
  • l’asporto è consentito fino alle ore 22.00, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze
  • la consegna a domicilio è sempre consentita, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto
  • negli alberghi e in altre strutture ricettive è consentita senza limiti di orario la ristorazione limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati

ATTIVITA’ DELLE STRUTTURE RICETTIVE

sono esercitabili a condizione che sia assicurato il mantenimento del distanziamento sociale, garantendo la distanza interpersonale di sicurezza di un metro negli spazi comuni, nel rispetto dei protocolli e delle linee guida adottati dalle Regioni o dalla Conferenza delle Regioni.

ATTIVITA’ DEL SETTORE AGRICOLO, ZOOTECNICO DI TRASFORMAZIONE AGRO-ALIMENTARE

restano garantiti, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie.

ATTIVITA’ IN PALESTRE, PISCINE, CENTRI NATATORI, CENTRI BENESSERE, CENTRI TERMALI

Sono sospese , fatta eccezione per quelli con presidio sanitario obbligatorio o che effettuino l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.

IN TUTTI I LOCALI PUBBLICI APERTI AL PUBBLICO E NEGLI ESERCIZI COMMERCIALI

È obbligatorio esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse, secondo le disposizioni del protocollo di sicurezza:

Per la attività di ristorazione il numero massimo di persone ammesse è da calcolarsi con i tavoli disposti in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti. Si è esonerati dal rispettare il distanziamento di un metro in caso di persone conviventi o di accompagnatori di disabili. La responsabilità di dichiarare/dimostrare che trattatasi di persona convivente è dell’ospite diretto interessato (non del ristoratore).

Cartelli scaricabili (pdf):

AVVISI 1 m distanza alcune raccomandazioni it_ing Informativa covid it_ing Cartello per capienza locale post dpcm 18 10 2020 (1)

AVVISI 1 m distanza

Informativa covid (it_eng)

alcune raccomandazioni (it_eng)

All.p. 38 Ott. 2020 – Allegato 9

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: