Codici tributo per la compensazione e la restituzione del contributo del DL Sostegni

Con la recente Risoluzione n. 24 del 12 aprile 2021, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per:

  • l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del contributo a fondo perduto di cui all’articolo 1 del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41;
  • la restituzione spontanea, tramite il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”, del contributo non spettante.

Codice tributo per utilizzo del credito in compensazione

In particolare, per consentire l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del contributo a fondo perduto, nei casi in cui il contribuente abbia scelto tale modalità di fruizione, è istituito il codice tributo “6941” denominato “Contributo a fondo perduto Decreto Sostegni – credito d’imposta da utilizzare in compensazione – art. 1 DL n. 41 del 2021”.

Si ricorda infatti che, in merito all’utilizzo del contributo a fondo perduto, il comma 7 del citato articolo 1 prevede che, in alternativa all’accredito diretto sul conto corrente, a scelta irrevocabile del contribuente, il contributo a fondo perduto è riconosciuto, nella sua totalità, sotto forma di credito d’imposta, da utilizzare esclusivamente in compensazione ai sensi dell’art. 17 del D.Lgs. 241/97, presentando il modello F24 tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

La scelta della modalità di utilizzo dell’agevolazione avviene nell’istanza per la richiesta del contributo e può essere modificata solo fino all’esito finale di riconoscimento del contributo; l’utilizzo in compensazione può quindi avvenire successivamente alla comunicazione di riconoscimento del contributo.

In sede di compilazione del modello F24, il suddetto codice tributo deve essere esposto nella sezione “Erario”, esclusivamente in corrispondenza della colonna “importi a credito compensati” e il campo “anno di riferimento” va valorizzato.

Codici tributo ad hoc per la restituzione del contributo

Il soggetto che ha percepito il contributo in tutto o in parte non spettante, erogato mediante accredito sul c/c o utilizzato in compensazione, può restituire spontaneamente l’intero ammontare del contributo percepito o la quota dello stesso non spettante, maggiorata degli interessi e delle relative sanzioni ridotte in base all’art. 13 del D.Lgs. n. 472/97 (Isrttiuo del ravvedimento operoso)

A tal fine, sono stati istituiti i seguenti codici tributo:

  • 8128” denominato “Contributo a fondo perduto Decreto Sostegni – Restituzione spontanea – Capitale – art. 1 DL n. 41 del 2021”;
  • 8129” denominato “Contributo a fondo perduto Decreto Sostegni – Restituzione spontanea – Interessi – art. 1 DL n. 41 del 2021”;
  • 8130” denominato “Contributo a fondo perduto Decreto Sostegni – Restituzione spontanea – Sanzione – art. 1 DL n. 41 del 2021”.

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: