COMUNICATI STAMPA REGGIO EMILIA

REGGIO EMILIA

Agricoltura sociale: Scanavino, importante ruolo Regioni

ROMA, 06 FEB – “II terna sull’agricoltura sociale in Italia deve diventare un sistema riconosciuto che dobbiamo ritrovare in ogni punto della programmazione agricola”. Lo ha detto questa mattina a Roma il presidente della Ga-Agricoltori Italiani Dino Scanavino a margine della conferenza internazionale di ASeS-Ga e Forum Nazionale Agricoltura Sociale con la quale è stato presentato il progetto “International Plattaform on Social Farming” e la Carta dei Principi del settore.

Scanavino in relazione all’applicazione in Italia della legge 141 del 2015 sull’agricoltura sociale ha commentato “che il percorso della legge è stato lungo e molto accidentato” ed ha aggiunto che “ora, secondo informazioni ricevute- è stata firmata dal ministro, forse con qualche modifica”. “Aspettiamo dunque- ha infine specificato- le ultime definizioni operative, ma anche l’adozione da parte delle regioni perché questo terna è importante se sviluppato in collaborazione con il sistema regionale legato al Piano di sviluppo rurale”.

Cinzia Pagni, presidente di Agricoltori Solidarietà e Sviluppo (ASeS-Cia-Agricoltori Italiani) e organizzatrice della presentazione romana del progetto, ha invece spiegato che attualmente sono al lavoro sia in Italia e fuori dai confini nazionali. In particolare in Libano con un progetto di formazione incentrato sul recupero dei tossicodipendenti attraverso l’apicoltura, mentre in Paraguay siamo al lavoro per il recupero dei bambini di strada attraverso programmi di formazione con l’aiuto della cooperazione sociale e immobili demaniali. In Italia, nello specifico nella zona di Livorno, con l’aiuto della Asl, lavoriamo sulla disabilità, in particolare sull’autismo”.

(Da agen. Ansa)

Maggiori notizie

agricoltura sociale, ases

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: