NOTIZIE IN PRIMO PIANO FERRARA

FERRARA

Voucher: cambiano le regole

La Cia – Agricoltori Italiani di Ferrara informa che a seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del 7 ottobre 2016, dall’8 ottobre 2016 è entrato in vigore il Decreto Legislativo n. 185 del 24 settembre 2016 correttivo al Jobs Act, recante “Disposizioni integrative e correttive dei Decreti Legislativi 15/06/2015 n. 81 e14/09/2015 nn. 148,149, 150 e 151 a norma dell’Articolo 1 comma 13 della Legge 10 dicembre 2014 n.183”. La modifica più rilevante introdotta dal correttivo del Jobs Act riguarda la nuova procedura di comunicazione dei voucher: a partire dall’8 ottobre 2016, infatti, i committenti imprenditori agricoli sono tenuti, almeno 60 minuti prima dell’inizio della prestazione, a comunicare alla sede territoriale competente dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, mediante sms o posta elettronica, i dati anagrafici o il codice fiscale del lavoratore, il luogo, e la durata temporale della prestazione con riferimento ad un arco temporale non superiore a tre giorni.

Questo significa che la durata della prestazione, facendo ricorso al lavoro accessorio, non potrà essere superiore ai 3 giorni e qualora la stessa prestazione richiedesse un periodo maggiore, bisognerà effettuare la comunicazione preventiva ogni 3 giorni e almeno 60 minuti prima dell’inizio della prestazione stessa.
Per quanto riguarda le modalità di effettuazione della comunicazione, sono indicati quali strumenti gli SMS e la POSTA ELETTRONICA. Pertanto ad oggi resta da capire come si potrà gestire in pratica l’adempimento fino a quando non saranno date informazioni più puntuali sulle modalità di comunicazione, in particolare, quale numero e quale indirizzo mail utilizzare. Il dettame della norma, infatti, ha creato grande incertezza sulla modalità concreta con cui adempiere a tale obbligo. In caso di violazioni all’obbligo comunicativo ricordato, sarà applicata la nuova sanzione amministrativa da 400 a 2.400 Euro per ogni lavoratore per cui è stata omessa la comunicazione. La Cia di Ferrara ritiene opportuno sottolineare che non condivide la logica che ha portato il legislatore a ritoccare per l’ennesima volta lo strumento dei voucher, già soggetto a forti restrizioni nel settore agricolo. Le novità introdotte, infatti, hanno ulteriormente complicato l’iter burocratico che, a parere della Cia di Ferrara, disincentiverà l’utilizzo dei buoni lavoro.

CHIESUOL DEL FOSSO FE – VIA bologna 592/A – TEL. 0532 978550978599  – (diretto A.Pesci 0532 1776629) – FAX 0532-977.103 – ferrara@cia.it – C.F. 80005100385 – P.I. 01274180387

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: