NOTIZIE IN PRIMO PIANO ROMAGNA

ROMAGNA

Lotta alla cimice asiatica

Trovata per la prima volta in provincia di Modena nel settembre del 2012, in pochi anni la cimice asiatica (Halyomorpha halys) si è rapidamente diffusa in tutta l’area di pianura, anche se con popolazioni numeriche diverse da provincia a provincia e da zona a zona. Nuova per i nostri ambienti, può provocare seri danni a peri, meli, kiwi, pesche e altre colture frutticole. In Romagna l’insetto è stato ritrovato con facilità in tutte le località della pianura ravennate fino all’area pedecollinare. Si segnala una minore presenza verso il litorale e nell’area centrale della provincia.

La Regione Emilia-Romagna ha messo in campo differenti strategie per contenere la diffusione e limitare i danni provocati dall’insetto, cercando comunque di salvaguardare gli equilibri biologici dei diversi agroecosistemi del territorio. In particolare, sarà aperto entro la fine dell’anno il nuovo bando del Programma di sviluppo rurale rivolto alle aziende agricole per l’acquisto di reti antinsetto, sul quale è previsto un finanziamento di 2,7 milioni di euro. Il bando prevederà tipologie di intervento come le coperture monofila dei frutteti e sarà possibile fare domanda per opere fino a 2.500 euro per consentire l’accesso anche alle aziende di ridotte dimensioni.

Il 18 ottobre al problema della cimice asiatica è stato dedicato un question time a cui ha risposto il ministro per le Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio. In particolare, il Ministero ha già autorizzato il Centro di Ricerca Difesa e Certificazione(CREA-DC)  ad introdurre, in condizioni di quarantena e per soli motivi di studio, la specie ritenuta a livello mondiale più efficace, il Trissolcus Japonicus (Samurai wasp), a carico del quale sono in fase avanzata i necessari studi, in particolare quelli sull’impatto ambientale nei nostri agroecosistemi. Contestualmente, nell’ambito dei progetti finanziati da questo Ministero, il CREA sta proseguendo le ricerche su tutti gli antagonisti naturali della Cimice attivi sul territorio nazionale, che stanno iniziando ad utilizzare la Cimice come vittima.

Informazioni tecniche per i produttori a questo link.

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: