COMUNICATI STAMPA ROMAGNA

ROMAGNA

Le prime stime dei danni

30/06/2017 – I sopralluoghi per verificare i danni dell’evento temporalesco del 28 giugno sono tuttora in corso. Dalle prime stime emergono segnalazioni con danni pesanti anche con defogliazione di vigneto per grandinata, a Russi; scoperchiamento parziale, ma rilevante e vistoso,  di fabbricati strumentali, grandinate molto pesanti su Russi, San Marco, Godo, Piangipane, ma anche Ghibullo, Longana, San Michele, Madonna dell’Albero, zona mare a est di Ravenna. Grandinate minori, diffuse su San Romualdo e parte di Mezzano. Danni da vento

assolutamente da quantificare, visto che i campi non erano facilmente accessibili nelle ore serali di ieri 28 giugno e nelle prime ore di questa mattina 29 giugno. Si segnala il rovesciamento a terra di filari di vigneto in situazioni sparse sul territorio. Piogge variabilissime, da 40 – 45 mm al quasi nulla o  alla totale assenza, pur in presenza di vento molto forte. Rilevante il numero di alberi abbattuti (ornamentali o da frutto) soprattutto quando di alta taglia o con chioma fitta e globosa. Nel Faentino grandinata diffusa in tutto il comprensorio. Particolarmente colpite le zone di Fossolo, Merlaschio e Santa Lucia da una grandinata devastante. Il forte vento ha causato la caduta a terra di frutta prossima alla maturazione. Colpite fortemente anche le zone di Brisighella e Fognano. Danni fino al 100% a frutteti, vigneti, pomodori nelle zone più colpite. Il forte vento ha causato la caduta di prodotto prossimo alla maturazione ma ha anche allettato colture a seminativo come mais e sementiere. Per quanto riguarda il lughese pare non ci siano stati fenomeni e danni di rilievo tranne in un’area attorno a Boncellino, nel Comune di Bagnacavallo.

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: