COMUNICATI STAMPA REGGIO EMILIA

REGGIO EMILIA

Fiume Enza: delineare una strategia nel caso si ripetano emergenze da siccità

La Cia – Agricoltori Italiani di Reggio Emilia chiede inoltre si discuta l’eventualità di sospendere anche il Deflusso Minimo Vitale

“Ad evitare il ripetersi di situazioni drammatiche come quelle dell’estate scorsa, quando i campi restarono a lungo senz’acqua, è opportuno che la Regione convochi le parti interessate per delineare una strategia per l’emergenza, relativa al fiume Enza”. Lo chiede Cia – Agricoltori Italiani di Reggio Emilia, per bocca di Antonio Senza, responsabile Ambiente e della Zona val d’Enza.
“Inoltre – aggiunge – riteniamo necessario che si discuta del DMV (Deflusso minimo vitale). Infatti, il flusso previsto è stato aumentato, cosa che giudichiamo inopportuna dopo quanto successo l’anno scorso, dato che ciò non farebbe che aumentare il rischio per l’agricoltura di ritrovarsi senza una risorsa vitale, mentre non si hanno notizie di danni subiti da ambiente e fauna del fiume”.
“Come CIA – afferma -, già da un mese abbiamo inviato una richiesta alla Regione, dove ponevamo il problema di prendere in esame l’eventualità di sospendere il DMV, in caso di siccità pronunciata; ribadiamo quindi tale richiesta e chiediamo di poterla discutere con gli assessori all’Ambiente ed all’Agricoltura, per giungere ad una soluzione condivisa”.

La val d’Enza e le sue problematiche idriche, compreso il tema DMV, è uno degli argomenti che CIA Reggio tratterà la mattina di mercoledì 27 giugno al Tecnopolo di Reggio, nell’incontro su “Il ruolo dell’agricoltura fra dissesto idrogeologico e siccità”, dove si analizzeranno problemi del territorio e proposte dell’associazione per riaffermare l’importanza degli agricoltori come custodi del suolo.

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: