NOTIZIE IN PRIMO PIANO BOLOGNA

BOLOGNA

Cinghiali, al via il piano di controllo nel parco dei Gessi, Cia: “l’insistenza paga”

BOLOGNA – Ha preso avvio il 20 aprile il Piano straordinario di controllo del cinghiale all’interno del Parco dei Gessi e nelle zone limitrofe che prevede controlli e prelievi della popolazione degli animali da postazioni fisse da parte di operatori specializzati coordinati dalla polizia metropolitana, per le aree fuori dal Parco, e dallo stesso Parco regionale per le zone di propria competenza. L’obiettivo è quello di raggiungere una densità di popolazione del cinghiale compatibile con l’attività’ agricola e la sicurezza stradale. Questo piano avrà una durata di tre mesi ma potrà essere prorogato.

Per Hagedoorn Hendrik, dirigente della Cia con la delega faunistica-venatoria, “L’insistenza a volte paga, soprattutto se dall’altra parte c’e un ascoltatore attento e se le tesi sostenute sono legittime. In questi anni ho rischiato di essere definito monotematico e di tediare i lettori su una gestione globale del territorio che si interessi di fauna e non di confini.
L’insistenza era, uso il passato sperando che il concetto si consolidi nell’agire dei competenti organismi, dettata dalla necessità di tutelare gli interessi delle rappresentanza in seno agli Atc, agricoltori, cacciatori e la parte meno ideologizzata degli ambientalisti, ma anche di tutti i cittadini che stanno scoprendo quanto la natura riservi brutte sorprese quando non è gestita. Mi sembra che si stia arrivando a una corresponsabilizzazione attiva per affrontare le emergenze senza che resistenze cronicizzino i problemi. Non è stata una crociata contro nessuno ma una presa di posizione consapevole di quello che si sosteneva”.

atc, cinghiale, Parco dei Gessi

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: