COMUNICATI STAMPA

EMILIA ROMAGNA

Grano duro, situazione critica

La situazione del comparto del grano duro in Italia è critica

Infatti, nell’attuale campagna produttiva -secondo gli ultimi dati provvisori- gli ettari seminati restano in Italia 1,3 milioni, più o meno gli stessi della precedente campagna. Grazie ad un lieve miglioramento delle rese in alcuni areali, la produzione segna invece un timido aumento intorno al 2% con un raccolto che si attesta su 4,3 milioni di tonnellate.

Continua a leggere

Calano le superfici di pomodoro da industria del Nord Italia

Cristian Calestani

PARMA – Sono 35.099 gli ettari coltivati per la campagna 2018 che vede iniziare la fase di trasformazione della materia prima negli stabilimenti proprio in queste settimane.Il dato raccolto dall’Oi Pomodoro da industria del Nord Italia mette in evidenza una contrazione del -4,4% rispetto alla campagna 2017 ed un calo del -5% rispetto a quanto contrattato ad inizio campagna.

» leggi tutto

Pere: campagna commerciale 2017 nella media, bene le precoci

di Erika Angelini

FERRARA – Una campagna commerciale 2017-2018 altalenante che si è conclusa con prezzi stabili ma non esaltanti e una prima fase produttiva che vede un aumento delle pere precoci. Sono queste le prime considerazioni emerse dal tavolo di coordinamento tecnico dell’Oi (Organizzazione interprofessionale) Pera, che ha fatto il punto sull’andamento generale del comparto e della filiera.

“Nel complesso – spiega Albano Bergami, vicepresidente Oi Pera – ci aspettiamo un aumento delle varietà precoci – in particolare Santa Maria, molto apprezzata in Germania e nel Nord Europa – e una leggera diminuzione dell’Abate. A pesare sui cali qualche problema agronomico come la presenza di alternaria e naturalmente la diffusione della cimice asiatica. I livelli produttivi rientreranno, comunque, nella norma, se consideriamo che l’anno scorso c’era stato un +10% complessivo della produzione, trainato da un +15% dell’Abate”.

» leggi tutto

L’agricoltura ‘tifa’ per il ritorno dei voucher

L’INPS SEGNALA UN AUMENTO DEL LAVORO ‘INTERMITTENTE’, CONFERMATO ANCHE IN EMILIA ROMAGNA

di Gianni Verzelloni

DALLA REDAZIONE – “Le imprese agricole hanno bisogno di flessibilità. Voucher e pagamenti in contanti devono essere, dunque, sul tavolo dei punti da risolvere.
Eppure, malgrado le aperture del Governo, la flessibilità di cui il settore primario ha assolutamente bisogno non sembra esser contemplata dal Decreto dignità appena approvato dal Cdm. Questo ci preoccupa, ma ci porta anche a chiedere, con sempre più forza, segnali concreti di revisione di alcune disposizioni che non favoriscono quelle imprese che creano e mantengono l’occupazione.

» leggi tutto

Il vino biologico ora è disciplinato da un Decreto ministeriale

Nell’ultimo anno i ’ biovigneti’ hanno superato i 100 mila ettari di superficie a livello nazionale e le vendite nella Grande distribuzione hanno segnato un aumento superiore al 40%.Per accompagnare lo sviluppo del settore, accanto al Regolamento comunitario 848/2018, arriva al traguardo il Decreto ministeriale che disciplina il vino biologico: le nuove regole, pubblicate il 27 giugno in Gazzetta Ufficiale, recepiscono il Testo unico del vino.
Il vino biologico è quindi un prodotto le cui vendite in questi ultimi anni sono incrementate in modo rilevante, così come sono aumentate anche le superfici vitate condotte con tecniche a basso impatto ambientale.

» leggi tutto

“La sola idea che Prosciutto di Parma e Parmigiano possano essere accompagnati da etichette che ne evidenziano i rischi, alla stregua di pacchetti di sigarette, fa semplicemente rabbrividire: giù le mani dalle nostre eccellenze”

Cristiano Fini,presidente di Cia – Agricoltori Italiani dell’Emilia Romagna punta il dito sull’idea dell’Oms di tassare ed etichettare come dannosi i prodotti simbolo della dieta mediterranea

“L’attacco nei confronti delle nostre eccellenze alimentarti da parte dell’Oms, Organizzazione mondiale della sanità, è tanto ridicolo quanto infondato”.

Continua a leggere

Gasolio e benzina per uso agricolo esclusi dall’obbligo della fatturazione elettronica

L’Agenzia delle Entrate conferma le anticipazioni diffuse nelle scorse settimane da Mario Pancaldini, manager dell’Ente: benzina e gasolio destinati ad essere utilizzati per veicoli agricoli di varia tipologia (tra cui i trattori agricoli e forestali, nonché, in generale, le macchine individuate nell’articolo 57 del codice della strada) devono ritenersi esclusi dall’applicazione delle nuove disposizioni che prevedono l’obbligo di emissione della fattura elettronica.

Continua a leggere

Revisione macchine agricole, manca ancora il decreto attuativo

Il termine è scaduto il 31 dicembre 2017 ma le macchine agricole immatricolate prima del 31 dicembre 1973 sono ancora senza revisione. A mancare ancora è il decreto attuativo. Nel frattempo non sono pochi gli imprenditori agricoli che, in possesso delle trattrici in attesa di revisione, si stanno chiedendo come comportarsi in caso di controlli da parte delle forze dell’ordine.

Continua a leggere

Fitofarmaci sicuri: l’Ue vuole accelerare l’iter di approvazione

BRUXELLES – L’UE ha bisogno di un sistema più trasparente, semplice, rapido e più armonizzato per l’autorizzazione dei fitofarmaci per aumentare la disponibilità di prodotti fitosanitari sicuri e innovativi per gli agricoltori. È il parere della Commissione ambiente Ue che si è espressa sull’attuazione del regolamento sui pesticidi.Per questo i membri della Commissione agricoltura hanno sollecitato una revisione dell’attuale sistema di autorizzazione dei fitofarmaci per renderlo più veloce e meno complesso.

leggi tutto

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 – 6314311 – FAX 051 – 6314333 C.F. 80094210376

WhatsApp chat