COMUNICATI STAMPA IMOLA

IMOLA

Appennino: bando GAL per progetti di miglioramento accoglienza turistica

Il GAL (Gruppo di Azione Locale) dell’Appennino Bolognese, società pubblico-privata locale, affidataria dei fondi regionali e comunitari LEADER per la valorizzazione delle aree rurali più in difficoltà, ha pubblicato un bando per il finanziamento di progetti di miglioramento dell’accoglienza dei turisti nelle aziende agricole di montagna.

Le imprese agricole interessate dovranno presentare domanda entro il 20 Marzo 2018 utilizzando l’apposito sistema informativo dell’Agenzia Regionale per i Pagamenti Agricoli (Agrea). Il bando ha una disponibilità di 350.000 euro e cofinanzierà con contributi in conto capitale i progetti che nella graduatoria finale risulteranno in posizione utile. L’importo dei singoli progetti potrà oscillare da un minimo di 10.000,00 euro ad un massimo di 30.000,00 euro. Il contributo del Gal coprirà il 50% di questo importo se l’impresa beneficiaria risulterà insediata nella media-alta montagna e il 40% se in collina. “Questo nuovo bando – sottolinea il Presidente Tiberio Rabboni – è un ulteriore tassello della strategia GAL di miglioramento dell’offerta di servizi di turismo sostenibile nell’Appennino bolognese. Il bando finanzierà gli agricoltori che presenteranno progetti di intervento sulla viabilità e sulla sentieristica aziendale, sui parcheggi interni, sull’allestimento di aree di sosta, sulle attrezzature per il tempo libero, quali barbecue, aree giochi per bambini, arredi esterni, fontane, panchine, tavoli, segnaletica turistica, ecc. In altri termini il bando contribuirà a migliorare l’accoglienza del turista e del visitatore in quelle aziende agricole di montagna che hanno scelto di cercare nuove ed ulteriori fonti di reddito nella vendita diretta dei propri prodotti e nella offerta di servizi di accompagnamento alla scoperta di quel vasto patrimonio di tipicità, biodiversità e naturalità che rende unica l’agricoltura appenninica. Un patrimonio che potrà essere pienamente valorizzato se cresceranno i servizi di accoglienza turistica sul territorio e se il territorio saprà offrirsi al mercato turistico come itinerario dove convergono natura, ambiente, storia, cultura, tradizioni, tipicità, benessere ed enogastronomia. Da qui – conclude Rabboni – la scelta di un punteggio aggiuntivo, cioè di un incentivo, agli agricoltori che aderiranno alla Carta dell’Accoglienza all’interno dei principali itinerari turistici appenninici: Linea Gotica, Alta Via dei Parchi, Via degli Dei, Flaminia minor, Piccola Cassia, Via dei Gessi. L’adesione alla Carta dell’Accoglienza è libera e comporta l’impegno a dichiarare i servizi offerti che, successivamente, verranno inseriti in una banca dati per la promo-commercializzazione dei diversi itinerari sui mercati turistici nazionali ed internazionali”. Il bando è consultabile sul sito www.bolognappennino.it

Per maggiori informazioni: info@bolognappennino.it – tel: 0515278932

accoglienza, bandi, Cia Imola, Gal,

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: