NOTIZIE IN PRIMO PIANO FERRARA

FERRARA

Ambiente: danni da fauna selvatica

La Delibera della Giunta regionale pubblicata sul BUR dello scoro 2 dicembre, limitatamente all’annata agraria 2014/2015, dispone il pagamento in regime di De Minimis di tutti i risarcimenti dovuti agli agricoltori per i danni arrecati dalla fauna selvatica.
Si ricorda che con gli ultimi orientamenti della Commissione Europea in materia di aiuti di Stato, i risarcimenti o indennizzi dei danni arrecati dalla fauna selvatica appartenente alle specie cacciabili, rientrano nel regime di De Minimis (in agricoltura Max 15.000,00 nel triennio per azienda).

Diversamente i danni arrecati da specie protette possono essere ammessi previa notifica alla commissione europea, che dovrà autorizzare tali aiuti. Conseguentemente la Giunta regionale per non ritardare ulteriormente l’erogazione dei contributi/indennizzi dovuti per l’annata scorsa e allo scopo di evitare che le somme stanziate dal bilancio regionale per l’anno 2015 andassero in economia ha emanato la delibera allegata prevedendo che solo per quest’anno tutti i contributi rientrano in regime di De Minimis. A breve la regione dovrà notificare il regolamento alla commissione per essere in regola con le norme sugli aiuti di stato.
La pubblicazione dei nuovi orientamenti, avvenuta lo scorso 1° luglio 2014, come abbiamo già avuto modo di verificare pone non pochi problemi visto la persistenza degli ingenti danni causati dalla fauna, in particolar modo dagli ungulati. A livello nazionale permane una situazione di incertezza e diversa interpretazione tra le regioni. Pare che lo stesso Ministero, al riguardo da tempo coinvolto, non abbia ancora espresso un chiaro orientamento e posizione da fornire alle regioni o da sostenere nei confronti degli uffici competenti della Commissione, stante la particolarità dello status della fauna nel nostro Paese. Il risultato è che le regioni si muovono in ordine sparso e la nostra ha deciso di procedere con la notifica alo scopo di evitare sanzioni e procedure di infrazione.
Si coglie l’occasione per ricordare che con l’avvenuta approvazione, prima delle festività natalizie, del collegato ambientale si sono definite alcune modifiche alla L.N. 157/92. In particolare.
si vieta l’immissione e il foraggiamento dei cinghiali (!)
si aggiunge alla legge quadro l’art. 19 bis che regola il prelievo dello storno in prossimità di “nuclei vegetazionali produttivi sparsi ….”
modifica il comma 2 dell’art. 2 della Legge quadro (recentemente modificato) che riporta a quanto disposto dall’art. 19 per l’approvazione dei piani di controllo della nutriao
regola l’installazione degli appostamenti per la migratoria (al riguardo le recenti modifiche alla L.R. 8/94 hanno normato la cosa)
Su questi aspetti, alcuni per noi molto rilevanti, appena pubblicata in GU la Legge avvieremo un confronto con la regione per approfondirli e capire come intende procedere.

CHIESUOL DEL FOSSO FE – VIA bologna 592/A – TEL. 0532 978550978599  – (diretto A.Pesci 0532 1776629) – FAX 0532-977.103 – ferrara@cia.it – C.F. 80005100385 – P.I. 01274180387

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: