NOTIZIE IN PRIMO PIANO REGGIO EMILIA

REGGIO EMILIA

28/06/17 – CONSUMI ALCOLICI

C’è poco da fare gli “spiritosi”

IWSR: si accelera il calo del consumo globale di bevande alcoliche: cede in particolare la birra

Secondo l’ultima versione di IWSR (dati 2016), il consumo globale di bevande alcoliche sta diminuendo ad un tasso sempre più rapido di quanto rilevato negli anni precedenti.

Per il 2016 l’IWSR riferisce che il mercato globale delle bevande alcoliche è diminuito dell’1,3%, contro un tasso medio di appena 0,3% nei cinque anni precedenti. Le ragioni per l’accelerata tendenza al ribasso comprendono un brusco declino della birra, un’inversione delle tendenze per il sidro e il rallentamento della crescita per le bevande miste.

SIDRO: Il sidro è diminuito dell’ 1,5%, dopo anni di solida crescita. I mercati responsabili di questa inversione delle tendenze sono stati il Sudafrica, che ha subito un calo dopo un periodo di crescita, e in particolare gli Stati Uniti, dove i volumi sono crollati del 15,2%, dopo anni di crescita a due cifre.

BIRRA: La diminuzione della birra si è accelerata nel 2016, con una diminuzione dell’1,8%, contro un tasso a cinque anni del -0,6%. La tendenza globale è un riflesso degli sviluppi in tre dei principali mercati della birra: la Cina, il Brasile e la Russia, che hanno registrato un calo più forte rispetto agli anni precedenti, in calo del 4,2%, 5,3% e 7,8% nel 2016.

SPIRITS: Gli spirits globalmente sono cresciuti dello 0,3%. La Vodka sta trascinando la performance complessiva degli alcolici, diminuendo del 4,3% lo scorso anno. I volumi sono stati aumentati dal gin (+3,7%), tequila (+5,2%) e whisky (+1,7%). La tendenza negativa della vodka è in gran parte dovuta a perdite di volume in Russia (-9,3%), che comunque è ancora il più grande mercato della vodka. I principali mercati di crescita per gli spirits l’anno scorso sono stati la Cina, gli Stati Uniti e il Messico.

VINO: Il vino è stato fermo in generale (-0,1%), con lo spumante cresciuto dell’ 1,8% e il vino diminuito dello 0,5%. Ciò è approssimativamente in linea con l’andamento dei cinque anni precedenti.

PREVISIONI: Ampiamente considerata come la fonte più accurata delle tendenze del consumo di alcolici, l’IWSR prevede comunque un miglioramento per il mercato totale delle bevande mondiali, con una previsione del consumo che dovrebbe aumentare dello 0,8% fino al 2021. Il whisky sarà uno dei principali fattori di crescita in quanto i volumi dovrebbero crescere di 650 milioni di litri entro il 2021. Il consumo globale di bevande miste dovrebbe aumentare di oltre 400 milioni di litri nei prossimi cinque anni, mentre lo spumante è probabile che aumenti oltre i 220 milioni di litri. La birra si prevede inoltre che mostrerà una forte crescita in molti mercati asiatici e subsahariani dell’Africa.

IWSR È una delle principali società internazionali di ricerca e consulenza nel mondo delle bevande alcoliche. Ha sede a Londra e New York.

alcolici, consumi

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: