NOTIZIE IN PRIMO PIANO REGGIO EMILIA

REGGIO EMILIA

27/11/17 – FRUTTA SECCA

Il grasso che fa bene al cuore

Lo studio dell’Università di Harvard sulle proprietà delle noci

Finora in molti le avevano guardate con un po’ di sospetto per il contenuto calorico e di grassi.

Ora i ricercatori dell’Università di Harvard hanno scoperto che solo poche porzioni di noci o di arachidi alla settimana possono aiutare a mantenere sano il nostro cuore. I risultati pubblicati il 13 novembre nel Journal of the American College of Cardiology hanno analizzato i dati di più di 210.000 professionisti della sanità (la maggioranza delle quali erano infermiere donne) per più di 32 anni.

Rispetto a coloro che non mangiano mai o quasi mai la frutta secca, quelli che hanno mangiato circa 20 grammi di noci cinque o più volte alla settimana avevano un rischio di malattia cardiovascolare minore del 14% (con rischio i ricercatori intendono un attacco cardiaco o ictus o morte per malattie cardiovascolari), il 20 per cento ha visto ridotto il rischio di malattie cardiache coronariche (infarto o ictus fatale o non fatale) durante il periodo di studio.

“Le raccomandazioni nazionali sono quella di mangiare da 100 a 200 grammi a settimana di noci”, dice l’autore principale dello studio, Marta Guasch-Ferré, Ph.D., un ricercatore della sezione nutrizionale del Harvard T.H. Chan School of Public Health. “I nostri risultati si adattano bene a quel consiglio, mostrando molti vantaggi associati al consumo di cinque o più porzioni”.

I risultati sono ovviamente legati alle sostanze nutritive contenute dalla frutta secca, ricca di grassi insaturi (quelli dalle proprietà protettive del cuore), come l’acido oleico e gli acidi grassi polinsaturi (trovati nelle noci e nei semi di girasole). Noci e arachidi sono anche ricche di carboidrati complessi, fibre, proteine, minerali come il calcio e il magnesio, tocoferoli (una forma di vitamina E), polifenoli (nutrienti noti per le loro proprietà antiossidanti) e fitosteroli, composti vegetali simili in struttura a colesterolo ma in grado di ridurlo nel nostro organismo.
Le noci possono essere particolarmente utili al cuore perché sono una ricca fonte di acidi alfa-linoleici, un tipo di acido grasso omega-3 che protegge contro le malattie cardiache il colesterolo e l’innalzamento della pressione sanguigna.

Che si tratti di alimenti da inserire comunemente nella dieta è, insomma, una convinzione generale degli esperti di alimentazione. Magari variando. Mandorle e nocciole, per esempio, sono più ricche di acidi grassi monoinsaturi mentre le noci sono più alte negli acidi grassi polinsaturi (Omega-3s).

Fonte: https://ilsalvagente.it/

frutta, secca

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: