NOTIZIE IN PRIMO PIANO REGGIO EMILIA

REGGIO EMILIA

26/01/18 – QUOTE LATTE: CORTE GIUSTIZIA UE

Italia è inadempiente, se non si uniforma possibili penali

Mancato recupero delle ‘multe’ dovuto anche a norme confuse e inadeguate azioni

La Corte di giustizia dell’Unione europea, con sentenza nella causa c-433/15, che vede …

contrapposte la Commissione europea e l’Italia per la questione del prelievo supplementare per il superamento delle quote latte nelle campagne lattiero-casearie da 1995/1996 al 2008/2009, ha dichiarato l’Italia inadempiente alle obbligazioni derivanti dal diritto dell’Unione.
L’Italia – spiega un comunicato stampa della corte, viene dichiarata inadempiente per “non aver predisposto, nell’arco di dodici anni, mezzi legislativi e amministrativi idonei ad assicurare il regolare recupero del prelievo supplementare dai produttori responsabili della sovrapproduzione”. a seguito di tale sentenza, “l’Italia si dovra’ uniformare alle indicazioni della corte, esponendosi, in caso di inottemperanza, ad una nuova causa da parte della Commissione. Tale eventuale seconda causa di inadempimento potrebbe comportare una condanna del nostro paese al pagamento di penali”, conclude il comunicato stampa.

La sentenza costituisce l’atto conclusivo di un delicato contenzioso che ha opposto l’Italia alla Commissione europea. In aggiunta, infatti, alle enormi somme addebitate all’Italia per il prelievo supplementare latte non riscosso, causa superamento della produzione rispetto alla quota nazionale, ciò che è acclarato dalla sentenza è che lo stato italiano ha violato gli obblighi di ottenere che il pagamento del prelievo fosse effettivamente addebitato ai produttori inadempienti.
Nella sentenza è richiamata la presenza anche in Italia di un diffuso contenzioso sollevato dai produttori che ha paralizzato per gran tempo le procedure di recupero, ma – sostiene la corte – l’Italia ha reso la normativa di diritto interno instabile e confusa, il che non ha reso possibile il recupero delle somme. Anche i piani di rateizzazione non hanno fatto conseguire lo scopo. Inoltre l’Italia non si è avvalsa adeguatamente delle procedure di compensazione, trattenendo le somme dovute ai produttori dagli aiuti pac.

(agra press)

corte, latte, quote

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: