COMUNICATI STAMPA MODENA

MODENA

26/01/2017 – Protezionismo di Trump, Lambrusco e salumi a rischio

“Ci auguriamo che le dichiarazioni del presidente Trump si limitino ad esortazioni indirizzate ai consumatori statunitensi e che non si trasformino in dazi per i prodotti italiani, lambrusco in testa”.
Commenta in questo modo il presidente provinciale della Cia, Cristiano Fini, le dichiarazioni del presidente Usa Donald Trump     

“Il consiglio di ‘comprare americano’ da parte del presidente americano è ovviamente comprensibile, ma è l’introduzione di gabelle, come peraltro aveva annunciato in campagna elettorale, che può ostacolare la commercializzazione dei nostri lambruschi. Infatti- precisa Fini –  i vini californiani hanno fatto una grande crescita negli ultimi anni collocando l’America tra i principali produttori mondiali. Se i consumatori di Oltreoceano ‘raccolgono’ i suggerimenti del neo presidente c’è il rischio di un calo del nostro export.

Per altre produzioni, come ad esempio le nostre pere, il rischio è più contenuto, mentre qualche difficoltà potrebbe nascere con i nostri salumi d’eccellenza. Tra l’altro negli ultimi mesi c’è stata una battuta d’arresto nel Ttip, il Trattato di liberalizzazione commerciale transatlantico, che avrebbe potuto regolamentare gli scambi commerciali tra Europa e Stati Uniti con vantaggi, secondo alcuni osservatori, anche per i nostri prodotti”.

 

Nella foto a destra lo chef Massimo Bottura con Cristiano Fini (in occasione del premio nazionale Bandiera verde Cia assegnato allo chef nel 2015 quale ‘ambasciatore’ delle eccellenze modenesi) 

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: