COMUNICATI STAMPA MODENA

MODENA

21/12/2017 – Vento danneggia stalle e fienili in Appennino

Stalle ancora da terminare i cui tetti sono stati divelti dal forte vento: sono di giovani agricoltori di Pavullo e Zocca che da poco avevano iniziato l’attività

appena insediati quindi, ma già alle prese con danni ingenti causati dalla tempesta di vento che si è abbattuta nell’Appennino nella notte tra l’11 e il 12 dicembre. Lo comunica la Cia di Modena che in una ricognizione dei danni sul territorio montano segnala decine di episodi analoghi, con case, stalle e ricoveri attrezzi danneggiati, impianti fotovoltaici sono andati perduti, distrutti dalla violenza del vento. Inoltre, decine di querce e castagni che già avevano subito danni a causa della neve pesante e del ghiaccio.

Oltre agli alberi spezzati, sono stati segnalati anche cancellate abbattute e attrezzi letteralmente spostati dalla furia inaspettata delle raffiche.

“Non ricordiamo episodi simili negli anni addietro – commenta il presidente di Cia – Agricoltori Italiani di Modena Cristiano Fini – ed ora è veramente difficile quantificare i danni, anche se ammontano sicuramente a diverse centinaia di migliaia di euro. Purtroppo sono state colpite anche imprese che da poco avevano fatto investimenti in strutture, sostenendo costi importanti. Ora – prosegue Fini – si tratta di capire quale supporto si potrà dare a questi agricoltori, molti dei quali sono giovani”.

I danni sono stati segnalati quindi un po’ ovunque, a Zocca (frazioni di Rosola) e Montese (frazioni di Maserno e San Giacomo, Iola) dove molti fienili sono stati danneggiati e i tetti in parte divelti dal vento. “È veramente una situazione critica – aggiunge Fini – dove anche nei boschi e nei castagneti ci sono decine di tronchi sradicati e spezzati. Solo tra qualche giorno – conclude Fini – sarà possibile fare la conta dei danni”.

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: