NOTIZIE IN PRIMO PIANO REGGIO EMILIA

REGGIO EMILIA

13/03/18 – T.U. DELLE FORESTE

Forti polemiche sul dlgs che revisiona norme su foreste e filiere forestali

Presa di posizione di associazioni e numerosi docenti contro la ‘gestione’ dei boschi

Lipu: “Preoccupati per l’arretramento culturale sugli aspetti di conservazione della natura.

Il Governo sospenda l’iter e migliori il testo. E’ possibile e doveroso. E’ un testo che non ci convince. Con esso le foreste vengono viste come mero serbatoio da cui attingere legname senza che si faccia cenno all’importante ruolo che esse svolgono a livello ecologico”.

Ma non è l’unica presa di posizione contraria, molto più pesante è l’appello di botanici e zoologi di tutte le Università contro le nuove norme sui tagli dei boschi.
Contro lo schema di Decreto Legislativo in materia di Foreste e filiere forestali (nuovo Testo Unico delle Foreste), insorgono più di 200 professori universitari di botanica e zoologia, alla cui iniziativa si sono rapidamente aggiunti docenti di selvicoltura, geologia, difesa del suolo, idraulica forestale e diritto ambientale.
Da Bolzano a Catania, i ricercatori italiani che studiano gli ecosistemi forestali hanno sottoscritto un appello  che – ci tengono a rimarcare – “è strettamente scientifico ed estraneo ad ogni riferimento elettorale“, con cui chiedono al Governo di non approvare il Decreto e al Presidente della Repubblica di non firmarlo, perché non fondato su basi scientifiche e dannoso per le foreste.

“La produzione di legna e legname dai boschi è un’attività economica fondamentale: non vogliamo certo eliminarla dal territorio. Ma se si vogliono rendere i tagli molto più facili per ragioni economiche, allora si abbia il coraggio di dirlo e si lascino perdere ragioni pseudo-scientifiche” concludono i promotori dell’appello, che chiedono l’apertura di un tavolo interdisciplinare.

foreste, t.u.

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: