NOTIZIE IN PRIMO PIANO REGGIO EMILIA

REGGIO EMILIA

02/05/18 – NOVITA’ STREET FOOD

Street food per le aziende agricole

Primi chiarimenti arrivano dall’Anci, Associazione dei Comuni

La legge di bilancio 2018 ha disposto, tra le altre cose, la possibilità per gli imprenditori agricoli di poter vendere i propri prodotti pronti per il consumo, anche

mediante strutture mobili nella disponibilità dell’imprenditore: lo street food agricolo.

Secondo l’Anci, che in questo caso dimostra un’inconsueta visione “aperta” della nuova norma, una volta dichiarato l’inizio attività, l’imprenditore può svolgere lo street food sull’intero territorio nazionale. Il tutto a prescindere dalla collocazione dell’azienda e senza alcun limite temporale (l’attività può quindi essere svolta durante tutto l’anno).

Quanto alle “strutture utilizzabili”, per l’Anci può essere utilizzato qualunque mezzo, a condizione che sia idoneo dal punto di vista igienico-sanitario per la vendita e somministrazione non assistita di prodotti agricoli e agroalimentari. Tali mezzi non per forza devono essere di proprietà dell’imprenditore, essendo sufficiente la provata disponibilità tramite contratto di comodato, noleggio. La vendita dei prodotti per il consumo immediato deve avvenire senza somministrazione assistita e seguendo anche le indicazioni recentemente emanate in proposito dal Ministero dell’economia. L’imprenditore agricolo potrà quindi organizzare un “punto ristoro”, attrezzato con sedie, tavoli, ombrelloni, rendendo disponibili ai clienti anche posate di metallo, bicchieri di vetro, piatti di porcellana, tovaglioli di stoffa.

Sul tema forse più importante, ovvero, se con lo street food agricolo possono essere venduti prodotti cotti sul luogo di vendita, l’Anci ritrova la sua natura di “interprete restrittivo”: la cessione può riguardare esclusivamente prodotti già pronti, dovendo quindi escludersi ogni forma di cottura nel luogo di vendita.

(Estratto da Agricultura.it)

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: